Decifrato un antico messaggio in codice vichingo. Diceva: ’Baciami’

vichingo.jpg

13 febbraio 2014 - ore 16,51

Un codice vichingo rimasto segreto per 900 anni è stato decifrato grazie a uno studente di dottorato dell’Università di Oslo. Si tratta del runologo K. Jonas Nordby, che è riuscito a scoprire quanto iscritto su una tavola di legno. È riuscito a capire che una delle iscrizioni presenti nel codice vichingo rappresentava un invito romantico: voleva dire, infatti, “baciami”. Un “baciami” che rappresenta solo una delle ottanta iscrizioni presenti nel codice “jotunvillur”. Si tratta di un sistema segnico che si trova in decine di iscrizioni norvegesi. “È stato come risolvere un puzzle – ha dichiarato soddisfatto Nordby – a poco a poco ho cominciato a riconoscere un modello in quello che apparentemente era un mucchio insignificante di combinazioni di rune”. Antiche popolazioni vichinghe e norvegesi hanno spesso utilizzato codici runici e lasciato questi segni su bastoni di legno, pietre e altri oggetti.

Non ci sarebbero però profondi segreti nascosti in quei messaggi, secondo lo studioso sarebbero solo frasi usate nell’apprendimento oppure messaggi brevi, di tutti i giorni, e con un tono giocoso. E anche, come nel caso di “baciami”, inviti romantici e dichiarazioni d’amore. Secondo lo studioso norvegese questo alfabeto potrebbe essere stato tramandato da una generazione all’altra, collegandolo a giochi, poesie e codici: “Molti ritengono che i Vichinghi abbiano usato la crittografia per nascondere messaggi segreti. Ma penso che i codici siano stati utilizzati soltanto per gioco e come forma di apprendimento, piuttosto che con l’obiettivo di comunicare”, ha spiegato.

Fonte: FANPAGE
Non sei ancora fun? Metti mi piace e seguici su facebook