Realizzano stufa con istruzioni su Youtube, rischiano di morire intossicati

stufa.jpg

09 gennaio 2014 - ore 15,23

Tragedia sfiorata in una casa per studenti di Teramo. Tre ragazzi, seguendo le istruzioni contenute in un video scaricato da Youtube infatti hanno deciso di cimentarsi nella costruzione di un stufa artigianale per scaldarsi, finendo però per rimanere gravemente intossicati. I protagonisti della vicenda,  una studentessa ventenne di Offida in provincia di Ascoli Piceno, un coetaneo di Ancarano in provincia di Termo e uno studente di Cepagatti in provincia di Pescara, infatti hanno rischiato seriamente di morire intossicati dalle esalazioni di monossido di carbonio. I primi due sono ora ricoverati in camera iperbarica all’ospedale Umberto I di Roma dove sono stati trasportati dopo aver accusato dei malori e dove sono sottoposti al trattamento di ossigenoterapia, mentre l’altro studente meno grave è rimasto ricoverato all’ospedale di Teramo. Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato proprio quest’ultimo dopo essersi portato la stufetta artigianale in camera da letto e aver accusato dei malori  nella notte. In precedenza infatti i suoi coinquilini avevano avuto gli stessi malori, ma non avevano capito a cosa fossero dovuti.

Indaga la polizia  - Una volta arrivati in ospedale, i tre studenti hanno ammesso di aver costruito in casa la stufetta seguendo le istruzioni di un video scaricato da internet. L’apparecchio in realtà era un contenitore in cui veniva bruciato il pellet, collegato a un tubo di ferro per convogliare il calore, senza però una cappa aspiratrice. Sul caso comunque ora indagano gli agenti della Squadra Volante della Questura di Teramo per accertare eventuali responsabilità dell’accaduto.

FONTE: FANPAGE
Non sei ancora fun? Metti mi piace e seguici su facebook