L'uomo che crede di essere Gesù!

inri.jpg

08 gennaio 2014 - ore 15,21

Ha 66 anni, è brasiliano e si fa chiamare ‘Inri Cristo’. Un nome che vale quasi più di mille parole. Quest’uomo, infatti, ha trascorso 35 anni a predicare la parola di Dio perché afferma di essere Gesù, l’Emissario del Signore, tornato sulla terra tramite ‘la legge divina’ della reincarnazione. Come scrive il Daily Mail, Inri ha “centinaia di seguaci” provenienti da tutto il mondo, tra cui il Regno Unito e la Francia, molti dei alcuni dei quali vivono con lui nella sua chiesa-compound nella periferia di Brasilia. Dal 1979 ha viaggiato in 27 Paesi per diffondere la sua parola,, ma le sue opinioni controverse lo hanno portato all’espulsione dagli Stati Uniti, la Gran Bretagna e Venezuela. Al di là del suo modo eccentrico di vestirsi (come si vede nelle foto), a far discutere sono le sue posizioni non ortodosse sul capitalismo, l’aborto e il Natale. Inri si rifiuta di festeggiarlo, affermando che è solo un giorno in cui “i ​​ricchi umiliano i poveri. Un giorno in cui i piccoli figli dei ricchi possono mostrare i doni ricevuti , mentre i bambini poveri solo le briciole” ha detto. “Per questo è un giorno molto triste per chi vede le cose con i miei stessi occhi”.
Inri dice di aver conosciuto la sua “rivelazione” durante un digiuno religioso a Santiago del Cile nel 1979. Fin da bambino aveva avuto una voce potente che “parlava nella mia testa”, ma fu solo in questa occasione che gli fu detto: “Sono tuo Padre. Il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe”. Ora amministra la sua propria chiesa, il ‘Soust’ ( Suprema Ordem universale da Santmssima Trindade ), situata su un terreno agricolo lussureggiante al di fuori di Brasilia, la capitale del Brasile, che egli chiama la ‘ Nuova Gerusalemme’. Insieme ai suoi seguaci, sopratutto donne, sopravvive con frutta di produzione propria, come banane, avocado e mango, nonché un orto. I suoi modi hanno portato i critici ad affermare che è malato di mente – un’accusa che lui nega con fermezza . “Posso essere pazzo, ma non stupido”, ha detto. “La pazzia è diversa dalla demenza. E’ la madre di filosofi, profeti e inventori. La mia missione è di preparare gli eletti, i sopravvissuti del ecatombe nucleare che arriverà inevitabilmente con la fine di questo mondo caotico”.

FONTE: FANPAGE
Non sei ancora fun? Metti mi piace e seguici su facebook

Foto Allegate

inri_.jpginri_cristo.jpg