L’uomo che eredita una fortuna ’a sua insaputa’. E ora deve vedersela col fisco

soldi_euro.jpg

16 marzo 2014 - ore 13,41

La curiosa vicenda di un professionista di Aosta è raccontata da Stefano Sergi su La Stampa: avrebbe ereditato una fortuna in denaro, titoli e proprietà, per un valore superiore ai 5 milioni di euro, ma senza mai essere avvertito direttamente. E ora, aggiungendo il danno alla beffa, si sarebbe presentato il fisco a “battere cassa”, chiedendogli conto delle tasse non pagate negli ultimi dieci anni.

Così, a La Stampa racconta: “Dico sul serio, nessuno mi ha avvertito. E sa perché? Perché la legge non lo prevede, ecco perché. Non c’è scritto da nessuna parte che devi avvertire un erede sul fatto che ha ereditato, e così lui può anche restare all’oscuro di tutto, come è accaduto a me. Il problema, ora, è dimostrarlo allo Stato che mi insegue accusandomi di aver evaso il fisco“. La vicenda è in realtà più complessa e chiama in causa “vecchie tensioni familiari” e gli stessi figli dell’uomo, che sono i veri eredi a loro insaputa da parte dei nonni materni: “Ma i rapporti con i genitori di mia moglie si ruppero tanto che manco presenziarono al nostro matrimonio, né le cose cambiarono con la nascita dei nostri due figli e la morte di mia moglie nel 1991 […] non avendo fatto con la moglie la divisione dei beni, quest’ultima era proprietaria della metà di tutti i beni e quindi, dal giugno 2002, la “torta” era diventata del 75% di mio suocero e del 25% dei miei figli, che però non ebbero disponibilità né degli alloggi in Piemonte e Liguria, né dei loro affitti, né dei soldi e neppure delle rendite“.

FONTE: FANPAGE
Non sei ancora fun? Metti mi piace e seguici su facebook