Milano, nuovo materiale per chiudere le crepe e allungare la vita delle strade

buche.jpg

14 marzo 2014 - ore 16,13

A Milano, per la prima volta in Italia, si sta testando un nuovo materiale per la riparazione delle strade che potrebbe rivelarsi fondamentale per le disastrate vie italiane e anche per le casse delle amministrazioni comunali. Il materiale, già in uso da tempo negli Stati Uniti ma anche nei Paesi del Nord Europa come la Germania, tecnicamente è una “emulsione bituminosa a rottura controllata” e serve a riempire le fessure nell’asfalto prima che si formino le vere e proprie crepe che successivamente si allargano e diventano buche. Un sistema più economico dell’asfalto e che dovrebbe permettere un allungamento della vita delle strade. Il Comune di Milano lo ha testato nei giorni scorsi in via Veglia all’angolo con largo Desio, un tratto in cui l’asfalto aveva iniziato a mostrare le prime crepe. Dopo la posa il materiale ha fatto presa in circa un quarto d’ora, coprendo le parti sconnesse della strada e permettendo agli automobilisti di passare  sul tratto.

“D’estate possono bastare anche 5 minuti e le auto possono passarci sopra quasi immediatamente” ha spiegato un tecnico del comune di Milano. “L’obiettivo è di intervenire alla prima crepa, per impedire la formazione di buche e allungare la vita alle strade di due o tre anni. In questo modo possiamo programmare meglio gli interventi, risparmiando e garantendo maggiore sicurezza” ha spiegato l’assessore Carmela Rozza, concludendo: “Tra l’altro il materiale è anche eco-compatibile, ricavato da olio di colza, fonti rinnovabili e privo di solventi”.

FONTE: FANPAGE
Non sei ancora fun? Metti mi piace e seguici su facebook