Freddo record uccide 15 persone in USA. -53 gradi in Montana

freddo_usa1.jpg

07 gennaio 2014 - ore 17,18

Se la scorsa settimana era arrivata la neve a complicare la vita degli americani, in queste ore il Nordest degli Stati Uniti sta affrontando un freddo record che ha già ucciso decine di persone. Sono almeno 15 le persone morte nelle ultime ore: molte di loro sono rimaste vittime di incidenti stradali dovuti soprattutto alle strade ghiacchiate mentre altre sono morte per assideramento. Tra di esse una donna di 71 anni malata di Alzheimer, morta congelata dopo essersi persa, e una 90enne ritrovata esamine a faccia in giù nella neve in Ohio. Le scuole sono chiuse in molti Stati e le autorità continuano a invitare la gente a chiudersi in casa. La circolazione è in tilt per le strade ghiacciate e anche coloro che avrebbero dovuto spostarsi in aereo stanno avendo molti problemi. Più di 4.300 voli sono stati cancellati ieri e oltre 6.500 hanno subito ritardi; operazioni ridotte anche in tutti e quattro gli aeroporti del corridoio nord-orientale (Jfk, La Guardia, Newark e lo scalo di Boston).
Freddo anche nelle zone tradizionalmente più calde - Le temperature polari – hanno spiegato gli esperti – sono il frutto di un allineamento anomalo di una serie di condizioni meteo, che hanno permesso al cosiddetto “vortice polare Artico” di portare venti forti e freddi in zone molto più meridionali del consueto. Sono circa 20 gli Stati piegati dal freddo record, in Montana è stata registrata la temperatura più bassa: -53 gradi. A Central Park la temperatura questa mattina era di -15 gradi centigradi, anche se a causa del vento gelido quella percepita era di 26 gradi sotto lo zero.

FONTE: FANPAGE
Non sei ancora fun? Metti mi piace e seguici su facebook

Foto Allegate

freddo_usa.jpg