Siringa che salva le vittime da emorragia

xstat_01_large_300x225.jpg

02 marzo 2014 - ore 13,53

Le ferite da arma da fuoco possono portare ad un emorragia, e alla morte veloce. Una nuova invenzione potrebbe cambiare la situazione, le capsule iniettate vanno ad espandersi in soli 15 secondi. Il prodotto si chiama XStat , sviluppato da RevMedx .

Una volta che le spugne entrano in contatto col sangue,  iniziano a gonfiarsi e ad aggrapparsi alla ferita, in modo da rimanere salde.

Uno degli sviluppatori di questo nuovo dispositivo è John Steinbaugh, che si è ritirato dall’esercito degli Stati Uniti come medico per Operazioni Speciali. Tradizionalmente, le ferite sul campo di battaglia da proiettili o schegge di granata sono chiuse ermeticamente con garza, che è incredibilmente doloroso e non sempre funziona. Emorragie sono la causa principale delle morti militari.

L’idea è partita da un composto schiumoso, ma la schiuma non riusciva a bloccare la fuoriuscita di liquido. I prototipi di XStat erano delle spugne da cucina, attualmente sono a pasta di legno.

Dopo che la ferita è stato chiusa, la vittima si dirige in un ospedale per un intervento chiururgico. Per rendere facile la visibilità delle spugne sono state progettate in modo da essere facilmente visibili ai raggi X.

I campi di battaglia non sono l’unica applicazione per XStat, la siringa potrebbe  essere utilizzata per emorragie causate durante il parto e, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Infatti, lo scorso anno, il dispositivo è stato premiato con denaro da  Salva vite alla nascita: una grande sfida per lo sviluppo che è stato finanziato da varie agenzie governative e la Fondazione Bill & Melinda Gates.

Attualmente la siringa costa 100 dollari, anche se il prezzo scenderà all’aumentare della produzione.

FONTE: FANPAGE
Non sei ancora fun? Metti mi piace e seguici su facebook

Foto Allegate

appilatore.jpg