A 11 anni va a scuola con l’hashish in tasca

l43_consumo_hashish_120222175932_big.jpg

23 febbraio 2014 - ore 17,53

Andare a scuola, a 11 anni, con dell’hashish in tasca. Succede in Puglia e la notizia è pubblicata sulla Gazzetta del Mezzogiorno nell’edizione di Lecce e confermata dai carabinieri. Il piccolo studente di prima media, poco più che un bambino, in un comune del Salento di cui non è stato rivelato il nome, è stato trovato in possesso a scuola di un involucro con alcuni grammi di ‘fumo’. Si tratterebbe dello stesso istituto scolastico dove qualche giorno fa un altro scolaro, di 13 anni, si è reso protagonista di un’analoga vicenda. Sono stati gli insegnanti stessi, in entrambi i casi, a scoprire la droga in possesso dei giovani studenti. I militari dell’Arma, dopo essere stati informati dei fatti, hanno segnalato i due episodi al Tribunale per i minorenni di Lecce e ai Servizi sociali del Comune. Non è chiaro come l’hashish siano finiti tra le mani dei due ragazzini. Due diverse vicende che restituiscono di nuovo attualità al problema della diffusione delle droghe leggere tra i giovanissimi. E’ di qualche giorno fa la notizia di un padre bolognese che procura marijuana alla figlia appena maggiorenne. La 18 enne era stata colta in flagrante da un carabiniere in borghese mentre spacciava fuori da scuola.
Non sei ancora fun? Metti mi piace e seguici su facebook